BlogCoronavirusSalute

Variante Omicron, cosa ci aspetta a gennaio?

Europa nella morsa del Coronavirus: attualmente la situazione nel nostro paese è migliore rispetto ad altre nazioni europee, ma le cose potrebbero peggiorare nelle prossime settimane.

Aumentano i contagi e con essi la preoccupazione per la variante Omicron, che secondo le previsioni degli esperti potrebbe diventare prevalente nel giro di poche settimane. Nella giornata di ieri in Europa sono stati registrati 431.244 nuovi casi di infezione, con il Regno Unito che da solo ne ha registrati 78.610, seguito dalla Francia (65.713) e dalla Germania (55.650). Nel nostro paese la situazione attualmente è molto più tranquilla, ma i casi di contagio sono in aumento, e nelle prossime settimane la situazione potrebbe divenire problematica anche da noi.

Ad esprimere preoccupazione per le settimane a venire è il prof. Walter Ricciardi, consulente del ministro della Salute Roberto Speranza per l’emergenza coronavirus. L’esperto teme l’impatto che la nuova variante potrebbe avere sulle scuole, dove la variante Omicron troverebbe “una prateria sconfinata“. Ospite della trasmissione televisiva Agorà, Ricciardi ha dichiarato che durante questo mese assisteremo ancora ad un aumento dei contagi, ma a preoccupare l’esperto è il mese di gennaio, quando la crescita di Omicron si sommerà ai contagi prodotti dagli incontri e gli assembramenti delle festività.

Ricciardi ha sottolineato che la terza dose del vaccino fornisce protezione, ma ha fatto presente che una percentuale dei soggetti si contagia ugualmente, e pertanto al vaccino è necessario associare altre precauzioni. “In questa fase della pandemia è l’unico modo per resistere“, ha spiegato, rinnovando il consiglio di usare sempre la mascherina quando ci troviamo in ambienti chiusi, e anche negli spazi aperti laddove ci sono assembramenti e non è possibile mantenere un adeguato distanziamento.

Quanto alla nuova variante, l’esperto ha affermato di non avere mai visto un virus diffondersi con tale rapidità, raddoppiando i casi di contagio ogni due giorni. Ricciardi esprime preoccupazione in particolare per le scuole, dove la nuova variante potrebbe dilagare. “Omicron trova una prateria sconfinata, trova il terreno ideale delle scuole“, ha concluso.

*I dati epidemiologici menzionati sono estratti da worldometers.info

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button