Aiutaci a cambiare il mondo.

DIRITTI | 29 Apr 2019

#stopciboanonimo: stop alle frodi, sì alla sicurezza


2400 persone hanno gia firmato questa petizione

di Coldiretti, Campagna Amica, Fondazione Univerde

Rendere obbligatoria, in etichetta, l’indicazione di origine degli alimenti per garantire la salute e i diritti dei consumatori, prevenire le frodi alimentari e difendere l'agroalimentare italiano di qualità. È questo l'obiettivo dell'Iniziativa dei Cittadini Europei (ICE), STOP CIBO ANONIMO, promossa in Italia da Coldiretti, Fondazione Campagna Amica, dalla Fondazione UniVerde, con il sostegno di numerose altre realtà, anche a livello europeo.

L'obiettivo della petizione è quello di ottenere dalla Commissione e dal Parlamento Europeo una vera conoscenza di tutto ciò che mangiamo, con un'etichetta trasparente che garantisca anche il lavoro degli agricoltori che, con impegno e passione, generano prodotti di qualità. Il valore del falso Made in Italy agroalimentare nel mondo, sottolinea Coldiretti, ha superato i 100 miliardi di euro, con un aumento record del 70% nel corso dell’ultimo decennio.

I cittadini europei hanno il diritto di proporre una legislazione su questioni in cui l'Unione Europea ha competenza a legiferare, attraverso la ICE: deve essere sostenuta da almeno un milione di cittadini europei, ed è richiesto un numero minimo di firme in almeno 7 Paesi Membri.