EcodigitalEcodigital

LiFi, presentazione a Roma del progetto che rivoluziona la visita del Museo “Giovanni Barracco”

Come le grandi idee possono contribuire a cambiare il mondo lo dimostra la tecnologia Li-Fi. Il principio è semplice e risponde a una semplice domanda: E se una fonte di luce potesse anche trasmettere dati? Questo è il principio alla base del Light Fidelity (Li-Fi), la rivoluzionaria tecnologia di comunicazione che punta a trasformare la comunicazione globale.

Il più grande vantaggio del Li-Fi è quello di consentire ai dati di essere consegnati in modo preciso e sicuro all’utente dalla sorgente luminosa (via LED) allo smartphone o tablet, contribuendo anche a un minor inquinamento in assenza di onde radio. La startup innovativa italiana To Be srl ha recentemente sviluppato un sistema Li-Fi che punta a mutare radicalmente il sistema di visita e fruizione del Museo della Scultura Antica “Giovanni Barracco” di Roma.

Il progetto “LiFi: l’antichità incontra l’innovazione sostenibile”, finanziato dal bando POR FESR 2014-2020 “L’impresa fa Cultura” indetto dalla Regione Lazio, sarà presentato mercoledì 5 gennaio, alle ore 11:00. In occasione della conferenza stampa si terrà anche la riapertura al pubblico della casa romana nei sotterranei del Museo (Corso Vittorio Emanuele 166/A).

Il programma prevede il saluto di benvenuto di Claudio Parisi Presicce (Direttore Musei Archeologici e Storico- Artistici, Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali di Roma Capitale) e a seguire gli interventi di: Devid Porrello (Vice presidente del Consiglio Regionale, Regione Lazio); Francesco Paolo Russo (Founder& CEO di To Be Srl); Giancarlo Brasini (Project Manager DB Ingegneria dell’Immagine); Alfonso Pecoraro Scanio (Presidente Fondazione UniVerde); Gabriele Ferrieri (Presidente ANGI – Associazione Nazionale Giovani Innovatori). Modera: Gianni Todini (Direttore Askanews).

A seguire, oltre alla presentazione della LiFi demo, alle ore 12:00 è prevista la visita in anteprima delle sale e la casa romana, in base a fasce orarie assegnate al momento della conferma.

Accrediti alla e-mail: ufficiostampa@zetema.it

Immagine di copertina: Tecnologia foto creata da rawpixel.com – it.freepik.com

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button