Blog

L’aeroporto di Roma verso una visione più Green

L’inquinamento dovuto agli aeroporti è sempre in crescita e la motivazione appare molto semplice, rispetto agli anni passati sta diventando sempre più facile raggiungere qualsiasi zona del mondo grazie alle nuove tratte ma soprattutto, la possibilità di usufruire di questo mezzo di trasporto è diventato alla portata di tutti grazie alla nascita di compagnie aeree low cost. I dati più recenti parlano di una forte crescita delle emissioni fino ad arrivare nel 2050 in cui le previsioni parlano di una situazione critica in cui il 25% di tutto l’inquinamento globale sarà dato dai combustibili fossili come Anidride carbonica (CO2), monossido di carbonio (CO), ossidi di azoto (NOX), ossidi di zolfo (SO2), composti organici volatili (VOC), piombo, polveri sottili (PM10, PM5, PM2,5) e ultrasottili (diametro inferiore a 0,1 um) e anche il black carbon, che sono delle pericolose emissioni dovute agli scarichi degli aerei, traffico veicolare e alle normali attività che vengono svolte per il funzionamento dei servizi. Al fine di ridurre la presenza di queste emissioni, sono state proposte e attuate diverse politiche sia nazionali che internazionali, proprio perché solo il lavoro congiunto delle diverse nazioni potrà portare dei benefici e delle reali soluzioni a una problematica così distesa. Ad esempio, per quanto riguarda le normative nazionali, si potrebbero eliminare le tratte brevi e incentivare, attraverso agevolazioni, delle alternative di viaggio come il treno che è sicuramente più ecologico; per quanto riguarda le politiche internazionali, invece, potrebbe essere una soluzione l’istituzione di sistemi di Cap and trade al fine di istituire un tetto massimo di emissioni a livello europeo e infine potrebbero essere inserite delle politiche di decarbonizzazione. Proprio sulla scia di quest’ultima possibilità, negli ultimi giorni è stato reso noto il patto di decarbonizzazione trasporto aereo promosso da Aeroporti di Roma e Enac al fine di definire quelli che saranno gli obbiettivi di sostenibilità nel settore aeroportuale, con l’intenzione di arrivare a zero emissions entro il 2050.  Il patto prevede una ricerca che verrà condotta dal gruppo Energy& Strategy del Politecnico di Milano e che poi sarà oggetto di discussione tra vari esperti e un Comitato di Indirizzo; le informazioni inseguito verranno poi diffuse dall’Osservatorio oltre ad avere un compito di divulgatore, si occuperà di valutare quali strategie sarà meglio conseguire al fine di ridurre le emissioni.Si spera che questa sarà una delle prime politiche attuate in questo ambito, ed’è stato sicuramente un primo passo importante perché dimostrazione di come per arrivare all’obiettivo della tutela ambientale bisogna impegnarsi in tutti i settori.

Immagine di copertina: Airport terminal photo created by prostooleh – www.freepik.com

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button