Blog

Il curly girl method e la rivalsa dei prodotti naturali 

I social media hanno dimostrato di poter avere la funzione di pubblicità, influenzare le masse e con l’avvento di nuove figure lavorative come tik toker e influencer vi è stata la possibilità di sensibilizzare sui temi ambientali e molto spesso anche inconsciamente come nel caso del “Curly girl method”.

Il curly girl method è un metodo nato da una stilista americana chiamata Lorraine Massey che propone delle alternative per la cura del capello riccio puntando però a volerne esaltare la bellezza naturale e a comunicare l’importanza di essere se stessi; la fama di questo nuovo trend ha  raggiunto una portata di audience altissima grazie all’aiuto dei social network e degli influencer che hanno dimostrato l’efficacia del metodo. 

Oltre a far giovare la bellezza naturale delle persone, il curly girl method è un grande aiuto per il nostro pianeta, questo perché per poter aderire al metodo è opportuno non utilizzare prodotti che contengano siliconi, solfati, alcool essiccanti, cere e oli minerali che è preferibile scartare per la beauty routine del consumatore ma che è fortemente dannoso per l’ambiente. Evitando di utilizzare prodotti che contengano determinati ingredienti, si favorisce un commercio di prodotti di bellezza molto più Green.

Le case cosmetiche Green si attengono e sono regolamentate al fine di garantire dei prodotti formulati con materie prime di origine naturale e/ o vegetale provenienti da agricoltura biologica e che non vengano trattate con pesticidi, sostanze di sintesi chimica e OGM che si impegnano per rispettare i mari e i suoi abitanti; i prodotti in oltre sono realizzati presso fabbriche che si impegnano a essere il meno impattanti possibili utilizzando energia rinnovabile e anche le confezioni dei prodotti vengono ideate con una cura ambientale non di poco conto essendo completamente biodegradabili, diminuendo così il rischio di essere nocivo l’ ecosistema marittimo.

Tra i più grandi marchi Italiani per la cura dei capelli e di cui molti prodotti sono approvati dal Curly girl method è il brand “Mater Natura” che promette di realizzare prodotti senza parabeni, siliconi, paraffina e con solo ingredienti di origine naturale che però siano performanti come i classici prodotti solo che hanno un valore aggiunto ovvero quello di essere sostenibili non solo durante la produzione ma anche nel momento dell’imballaggio per la  spedizione. Un’altra grande azienda che si propone come ottima alternativa ai prodotti da supermercato sono “I Provenzali” che si impegnano concretamente a fare la differenza nel settore ambientale attraverso una produzione sostenibile con certificazione LAV, Vegan che avviene in una industria a Campomorone che ha attenzione sugli sprechi ed’è dotata di pannelli fotovoltaici per un consumo energetico responsabile. Queste aziende sono la dimostrazione che la cura per l’ambiente e la sostenibilità non è solo il contorno delle nostre scelte quotidiane ma anche molto spesso un valore aggiunto.

Immagine di copertina: Bath salt photo created by pvproductions – www.freepik.com

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button