Blog

Festeggiare sì, ma non dimentichiamoci dell’ambiente!

La tutela ambientale, non ci stancheremo mai di dirlo a gran voce sta nelle buone pratiche e negli accorgimenti che ogni singolo cittadino deve attuare nella sua quotidianità; non solo scegliendo la bicicletta alla macchina per spostarsi nel quartiere in cui vive o il treno per andare al lavoro, facendo la raccolta differenziata. Gli accorgimenti ambientali devono avvenire in qualsiasi momento, compresi quelli dello svago, del divertimento e della celebrazione di qualsiasi attività o festività degna di importanza per il singolo o per la comunità. La vittoria della Roma e i festeggiamenti dei tifosi hanno dimostrato come siamo ancora molto lontani da interiorizzare questo concetto di tutela nella nostra quotidianità, il senso civico nelle giornate che vanno tra il 25 maggio e 26 maggio non è stato rispettato e tanti sono stati i comportamenti che per la felicità del tifoso sono stati dannosi per la bellezza della città di Roma.

Primo fra tutti l’utilizzo di fumogeni e fuochi d’artificio, che sono prevalentemente usati in caso di soccorso e di reale necessità in quanto fortemente inquinanti, specialisti del settore che hanno studiato le problematiche legate all’utilizzo di questi fumi in diverse ricorrenze famose nel mondo come il capodanno induista di Diwali, riportano che un danno provocato da fuochi d’artificio e fumogeni è pari a quello dei roghi tossici e gas scarico di auto e che può essere fortemente pericoloso per persone che soffrono di asma, allergie e altre malattie respiratorie. Un altro grande problema, dovuto ai festeggiamenti, è stato l’inquinamento acustico che oltre a poter essere una problematica non di poco conto per i cittadini della città, non è un dato da sottovalutare inquanto solo l’aumento di 3 decibel durante le ore notturne può portare a problematiche consistenti per l’ambiente e gli animali. Ed infine le problematiche legate all’abbandono di rifiuti, tra cui una grande quantità di bottiglie di vetro, nelle strade e aiuole dimostrando la non curanza per il luogo che non solo chiamiamo casa ma che rappresenta un ecosistema per tante forme di essere vivente.

Immagine di copertina: Watching football vector created by pch.vector – www.freepik.com

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button